Archivi tag: cane

CONSIGLI PREZIOSI PER L’ESTATE! PARTECIPATE TUTTI!

POPOLO DI SECONDAZAMPA !

Oggi vi chiamiamo a partecipare a un’iniziativa che unisce l’utile al dilettevole!
Noi dell’Oasi siamo chiusi nei box purtroppo, e una vacanza non ce la sognamo nemmeno per il momento.

Però i nostri simili quadrupedi più fortunati, che hanno umani buoni e amorevoli, vogliono seguire i loro padroni anche durante le vacanze estive.

Quindi, aiutiamoli!!!

Lasciate un commento su questo post indicando i nomi e i luoghi dove si trovano le strutture, le spiagge, i parchi, i ristoranti, che accettano cani.

E raccontateci come siete stati voi in quei posti.

Lo ripubblicheremo spesso anche sulla nostra pagina Facebook!!

Forza scatenatevi!!!

ps: un ringraziamento particolare e anticipato a Totò, la star di questo post, che è un nostro affezionatissimo fan!

Annunci

ANIMO POETICO

Uh!

Io ho pensato una poesia.

La dico.

Ora la dico.

“Se una mamma troverò

per sempre il bravo cane io farò.

Non mangerò troppi croccantini

e in casa non farò i bisognini.

Non sono giovane ma neanche antico,

e di certo sono ancora un gran fico (modestamente…).

Adesso vado che sono stanco…

e….

e….

…mi faccio una ronfata”.

Alla fine non mi è venuta proprio benissimo.

Ma sono un cane io.

Non si può pretendere…

Bau. Remì

Se mi vuoi:

clicca qui:

http://www.associazionecanililazio.it/adozioni/remi-dolce-maschietto

oppure contatta:

adozioni@associazionecanililazio.it oppure telefonare Susanna 392/4529927 (dopo le 18) – Giuliana 333/3355868 – Giulia 392/6551464 – Stefania  3332676595

SICCOME CHE IO SONO CIECATA…

Buongiorno amici!

Mi chiamo Raffaella…

Siccome che io sono ciecata…non ci riesco proprio a scrivere sul blog.

Allora ho chiesto al mio amico Saudaje di scrivere per me.

Veramente…dovrei chiedervi un grande favore…

Io qui al rifugio ciò dei problemini.

Per esempio vado sempre a sbattere contro le cose…

Anche perchè  c’è un disordiiiiine! Non ve lo sto a raccontare!

Ciotole di qua, ciotole di là!

E poi, quando mi fanno uscire, io i rumori li sento.

Si, si. Li sento bene!

E anche gli odori…

Ma a vedere…proprio non ci vedo mica nulla…

Però me lo ricordo come è fatto un prato….

Aaaah! Che bella l’erba!

Mi ricordo pure il colore…

Davvero un bel colore!

Vabè…non mi dilungo…vorrei solo dirvi che mi piacerebbe tanto, tutto sommato, sbattere contro cose morbide…tipo una cuccia o un cuscino!

Ciao. Raffaella.

Se mi volete adottare o volete altre informazioni cliccate QUI

Oppure contattate:

michela 329/1610240

adozioni@associazionecanililazio.it

LE COSE CAMBIANO

Signori buooooongiorno!

Mi vedete in questa foto?

Io ero al canile. E ci stavo da ben 7 lunghi anni.

Poi ho trovato una famiglia che mi ha dato fiducia.

Ora sono sei mesi che sto con questi umani, quelli della mia famiglia intendo.

E sono diventato così:

Bello eh!?!?

Il mio dottore mi dice che sono un cane “riassemblato” per quanto sono irriconoscibile rispetto a prima!

E sapeste quanto voglio bene alla mia mamma e al mio papà!

Non si può descrivere!

Sono bravo.

Scodinzolo una cifra.

Faccio delle cacche bellissime.

E nonostante la mia veneranda età di otto anni, ho imparato velocemente le regole di casa.

L’unica cosa che non mi piace per niente è lavarmi i denti.

Infatti dicono che ciò l’alito un po’ pesantino.

Mi hanno soprannominato “Er fiatella”, detto anche “Turbo fiata”.

Ma io non mi offendo mica.

Pensate che ciò pure una sorella ora!

Qui ce la spassiamo al parco:

Lei è quella a sinistra.

Guardate bene: non è un mocho vileda.

Insomma, oggi sono qui a scrivere perchè voglio chiedere una cosa a voi umani che volete un cagnolino:

perchè non dare un’occasione anche ai cani adulti come me che sono rinchiusi da tanto tempo in canile?!

MICA VE NE PENTIRETE EH!?!?

GIURO.

Parola di Rubacuori.

BREZZA, LO SCIUPAFEMMINE !

Vi ricordate di me? Ero lo sciupacagnette del rifugio Oasi Locatelli.

Avete notato bene…si.

Ero.

Perchè da ieri non vivo più lì.

Vi racconto questa mia storia di rubacuori, che dalle “cane” è passato alle “umane”.

Per iniziare vi presento queste umane qui: la mia nuova mamma e la mia nuova zia.

Questa poi è la mia nuova cuginetta:

CAPITA L’ANTIFONA?!?

Belle eh!?!?

E sapeste che odore formidabile che cianno !

Profumano di fiori e di erba.

Beh! Queste  umane colorate (pensate che due cianno i peli biondi in testa e l’altra ce li ha rossi…), sono venute a trovarmi da mooooolto lontano!

Per vedere proprio me! Me che finora non avevo mai destato l’interesse di nessuno!

Eppoi! TUTTE FEMMINE !

Sono arrivate al rifugio Oasi Locatelli di venerdi mattina.

Ecchisseloscorderàmai !!!!

Io non sapevo mica niente eh?!

Hanno aperto la porta del box e mi hanno fatto uscire.

Raga, che emozione!

Tutte quelle femmine! Non stavo più nel pelo!

Con la Giuli (che io amo da tempo ma ciò provato un paio di volte e m’ha dato buca – poi so che cià il fidanzato geloso e che ora è diventato pure un pezzo grosso quindi meglio lasciar perdere) erano ben quattro.

TUTTE PER ME !

Mi hanno fatto pure il bagnetto…che con quel caldaccio che c’era è stato proprio una goduria !

Oh! Sapete che vi dico?! Questa umana qui mi è piaciuta subito!

E poi,….non ci crederete, ma mi ha portato via di lì.

Abbiamo fatto un viaggio lunghissimo e quando siamo usciti dalla macchina, io mi trovavo in un nuovo posto bellissimo.

Non ci sono mica i box qui dove sono ora!

No. No. Ci sono invece un sacco di persone.

Mi guardano tutti con occhi languidi.

Io pensavo che gli umani fossero cattivi…e invece qui sono tutti gentili con me!

E comunque, io sto tranquillo ora perchè ho sempre la mia mamma al fianco.

Lei non permetterebbe a nessuno di farmi del male.

HO UNA MAMMA IO ADESSO.

Mi hanno detto che ho persino un uovo papà.

Ve lo presento, è questo qui:

Razza: umano maschio.

Taglia: più grande di me.

Occhi: favolosi.

Odore: di fieno.

Ragazzi, io già sento di amarlo.

Anzi, mo’ lo bacio.

Questa è dunque la storia dei miei ultimi due incredibili giorni.

Giorni in cui da Brezza “lo sciupacagnette” mi sono trasformato in Brezza “lo sciupafemmine”.

Ah!

Come ultima cosa, per concludere, vi mostro la mia nuova casa (quella senza box).

Devo dire che mi ci trovo proprio bene.

E infatti quasi quasi, finalmente, dopo tanto tempo in canile, mi rilasso un po’.

Sento di stare in famiglia.

Ecchi ce l’aveva mai avuta una famiglia!

Brezza.

CHIAMALA…EMOZIONE.

Il mio caro amico Caduto, mi ha lasciato in eredità queste parole.

Lui non ce l’ha fatta purtroppo.

Ha finito la sua vita in questo freddo box di canile, proprio quando stava per essere trasferito in un posto migliore.

Eredito i suoi pensieri e spero che a me portino più fortuna:

“Se mangiassi per bene, sarei un po’ più in carne e mi sentirei meglio ed in forze.

Se ricevessi qualche coccola, il mio sguardo sarebbe meno rassegnato.

Se vivessi al caldo e non in un umido box di canile, le mie zampe avrebbero il tempo di asciugarsi e non sarebbero così nere.

Se qualcuno mi spazzolasse e lavasse (anche solo di rado), il mio pelo non sarebbe così appassito e opaco.

Se mi sentissi amato almeno un po’, la mia postura sarebbe certamente più fiera e non dovrei sentirmi sempre così curva e rinchiusa in me stessa.

Se qualcuno mi desse un nome e lo usasse per chiamarmi, sentirei di aver davvero recuperato la mia dignità”.

Emozione.

Se mi vuoi:

adozioni@associazionecanililazio.it

Micaela 340 6823363 (dopo le 18) –

Susanna 392.4529927 –

Michela 329 1610240

ECCO…CI SONO UN PAIO DI COSETTE DI CUI AVREI BISOGNO… – Purtroppo Caduto non ce l’ha fatta – E’ volato via.

Ora il punto è, cari lettori di Secondazampa, che io sarei anche molto più bello e solare di come appaio qui.

Dato che questa foto è la mia unica possibilità per uscire dal canile, io ci ho provato a sembrare attraente; ce l’ho messa tutta, ma non credo di aver fatto un ottimo lavoro.

Se mangiassi per bene, sarei un po’ più in carne e mi sentirei meglio ed in forze.

Se ricevessi qualche coccola, il mio sguardo sarebbe meno rassegnato.

Se vivessi al caldo e non in un umido box di canile, le mie zampe avrebbero il tempo di asciugarsi e non sarebbero così nere.

Se qualcuno mi spazzolasse e lavasse (anche solo di rado), il mio pelo non sarebbe così appassito e opaco.

Se mi sentissi amato almeno un po’, la mia postura sarebbe certamente più fiera e non dovrei sentirmi sempre così curvo e rinchiuso in me stesso.

Se qualcuno mi desse un nome e lo usasse per chiamarmi, sentirei di aver davvero recuperato la mia dignità.

Caduto.

Se mi vuoi:

adozioni@associazionecanililazio.it

Micaela 340 6823363 (dopo le 18) –

Susanna 392.4529927 –

Michela 329 1610240